Lettera di un cavallo al suo cavaliere

Cari cavalieri, cari proprietari di cavalli, amate i cavalli perché essi v’amano!
Io, il tuo cavallo, sono un essere straordinario. Anche se non posso parlare la tua lingua umana, posso capire a fondo il mio cavaliere. Noi cavalli abbiamo un bel caratterino, non siamo sempre facili da gestire, ma se ci dai la possibilità di incontrarti e di instaurare un rapporto di fiducia, sappiamo diventare parte di te,  formando una coppia inseparabile. 

Ti guardo con gli occhi e sento ciò che senti, sento quando hai bisogno di forza, di coraggio, di libertà,  e nella mia lingua di cavallo io, il tuo cavallo, provo a dirti che t’amo, e so che tu sei lì per me, come io ci sono per te. 

Millenni or sono, i cavalli, selvaggi, galoppavano attraverso prati e terreni; ancora oggi, continuano ad attraversare al galoppo valli e colline dando respiro alla loro, alla tua libertà. È una bella sensazione per un cavallo, la Libertà; è una bella sensazione per un cavaliere, la Libertà. Di certo saremmo rimasti felici se non avessimo incontrato i nostri cavalieri, saremmo sempre rimasti nella nostra mandria, nella nostra famiglia di cavalli, con tutto l’affetto che una famiglia può dare, non avremmo mai conosciuto di meglio. 

Ma senza di te, caro cavaliere, non avremmo mai saputo cosa significa l’amore e la sintonia che nasce tra le nostre specie, vera amicizia. 

Grazie per il profondo affetto e i sacrifici che fai per me, mio cavaliere; il tempo, l’amore e la pazienza che mi dedichi quando non ti capisco subito. 

Che io sia un pony, un ronzino, un brocco, uno stallone, mio amico cavaliere sei sempre lì per me. Mi sento al sicuro condotto dalla tua mano affettuosa; mi comprendi, mi concedi tempo e pazienza quando alle volte sono più ostinato e titubante. Sai indicarmi la via con le tue redini quando mi siedi sopra in sella. 

Che si tratti di abbigliamento, salti a ostacoli, eventi di gara, cavalcata western, islandese o volteggi, tu come pilota, ginnasta o tenutario mostrami quanto possiamo divertirci insieme negli sport equestri. Sono molto felice quando portiamo un bel fiocco a casa con noi come una squadra; se sei felice, allora lo sono anch’io. A volte vieni da me e sei turbato, lo sento quando mi cavalchi o quando solo mi parli e mi carezzi il crine nella stalla. Ma tu sai che ci capiamo senza parole. Perché tu sei lì per me. Ci diamo la forza per attraversare momenti difficili. Mi dai una casa. Giorno dopo giorno, mi assicuri una stalla pulita, cibo, attenzioni, e quindi la gioia per un cavallo. Sento il tuo sincero amore mentre mi aiuti a mantenere pulito il pelo, lenendo a colpi di spazzola il mio prurito. 

Rinvigorisci la mia bellezza quando mi pettini coda e criniera, mi proteggi da graffi e ferite sotto lo zoccolo, rimuovendo pietre e detriti e proteggendomi dal farmi male.  Nel mio necessaire di bellezza, c’è anche il pennello che amo di più, quello morbido con cui mi lavi prima di indossare le mie briglie. Provo puro piacere quando mi accarezzi la testa, sento che siamo la coppia di amici più inseparabili e fidati del mondo, quando mi riscaldi con una coperta quando il tempo è avverso, quando mi cavalchi e nell’assicurarti che sella, briglie e staffe non stringano e proteggano la mia schiena con morbidi cuscinetti in pelle d’agnello, o quando ci lanciamo al galoppo per campi, fieri, verso la libertà!

Non ti dimentichi mai di me, e io dal mio canto ti do tutto il mio cuore e la mia lealtà perché insieme siamo una squadra straordinaria che sa darsi forza e comprensione a vicenda…

Ma è l’ora! Sali in sella, andiamo…e piano piano…diventiamo piccoli…puntini…fino a fonderci … con l’orizzonte…

Lo store
Lo store
I nostri marchi
I nostri marchi